Copyright 2019 - Filarmonica di Tivoli
EmailStampaEsporta ICS

Concerto di Natale all'Angelo Custode

Evento

Titolo:
Concerto di Natale all'Angelo Custode
Quando:
Dom, 18. Dicembre 2016, 18:30 h
Dove:
Chiesa dell'Angelo Custode - Roma
Categoria:
Orchestra
Visitato:
583
Creato da:
Super User

Descrizione

Come ormai da tradizione, la Filarmonica omaggerà Don Mario Pieracci ed il suo impegno in favore degli ultimi, con un concerto gratuito nel cuore del centro storico di Roma.

Scarica il programma di sala in PDF


Programma:
• A. Corelli – Pastorale (Dal Concerto Grosso op. 6 n. 8 “fatto per la notte di Natale”)
• W. A. Mozart – KV622 Concerto per clarinetto e orchestra – II movimento
• E. Morricone – Gabriel’s Oboe
• G. Bizet – Farandole
• A. Piazzolla – Ave Maria
• Elgar – Nimrod (dalle Variazioni su un tema originale, op. 36)
• M. Tormé, B. Wells – The Christmas Song
• I. Berlin – White Christmas
• Tradizionale – Deck the Halls
• Tradiziona


Sede

Location:
Chiesa dell'Angelo Custode
Via:
Piazza Poli
CAP:
00187
Citta`:
Roma
Nazione:
Italy

Descrizione

Chiesa dell'Angelo Custode

Nel piccolo slargo che si apre su via del Tritone, piazza Poli, si può ammirare l’oratorio del Ss. Sacramento comunemente conosciuto come oratorio dell'Angelo Custode. Si tratta di una piccola chiesa, alle spalle della famosa chiesa di S. Maria in Via, ad unica navata riedificata nel 1727 sulla chiesa cinquecentesca dell’Angelo Custode voluta per la Confraternita del Santissimo Sacramento. Alla fine del Seicento la chiesa venne ristrutturata da Carlo Rainaldi seguendo le sue inclinazioni barocce, come nelle più famose chiese di Santa Maria in Campitelli e nella facciata di Sant'Andrea della Valle. Nel Settecento l'edificio fu completamente ridisegnato da Domenico Gregorini, altro architetto italiano che legata il suo nome al rinnovamento della Basilica di Santa Croce in Gerusalemme. Della facciata di Rainaldi resta l’impianto movimentato su due ordini e le forme concave e convesse delle superfici. In basso l’attenzione è attirata dal portale sormontato da due teste di angioletti alati attorniati da semicolonne con capitelli ionici che sorreggono il timpano. Sono le statue della Fede e della Speranza ad invitarci ad entrare, mentre il grande finestrone centrale illumina tutta la navata interna dove si possono ammirare opere dei pittori Luigi Martinori, ma soprattutto un dipinto della Sacra Famiglia di Francesco Trevisani. Attualmente all’interno della chiesa si può ammirare una fotografia antica a dimensione naturali della Sacra Sindone. La fotografia custodita per anni in San Giovanni in Laterano risale all’ostensione del 1931 in occasione delle nozze del principe Umberto II di Savoia.

La chiesa, attualmente gestita da don Mario Pieracci, è l'unica a Roma a tenere sempre le porte aperte, anche di notte, offrendo cibo e ricovero a quanti ne abbiano bisogno.

f t m

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso nel pieno rispetto della privacy. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze, ma senza alcuna finalità di marketing da parte nostra. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Maggiori informazioni